6 eventi speciali a spasso per l’Italia da segnare in agenda

Dal Festival delle Storie nel cuore del Lazio al tour dei dessert nei rifugi altoatesini, dalla comunità di artisti della Lucania alla musica in vetta alle Dolomiti, passando per un San Lorenzo alternativo in laguna.

La città ad agosto diventa un deserto di saracinesche abbassate e asfalto rovente. E allora è il momento di partire per un weekend, alla scoperta di alcune delle manifestazioni dallo spirito più autentico ed originale. Siamo andati a caccia di festival musicali, rassegne letterarie, eventi culturali, ma anche piccoli incontri, appuntamenti di nicchia. A guidarci, temi come la natura, il benessere, i borghi semidimenticati e le nuove forme di socialità. Ecco alcune perle che potrebbero essere sfuggite ai vostri radar.

1) La Val d’Ega e le sue “dolci tentazioni”

Non è certo la motivazione che manca: la Val d’Ega, a pochi chilometri da Bolzano, merita sicuramente di essere visitata. Ma a volte c’è bisogno di una scusa per convincersi a partire, e allora eccola servita: “Il giro delle dolci tentazioni”, un tour per golosi che unisce 9 rifugi intorno al monte Latemar, nelle Dolomiti. Ognuno propone dolci tipici del territorio, dal krapfen alle frittelle di mele, dai canederli di albicocche al Kaiserschmarren. Ogni dolce, un timbro sulla cartolina, scaricabile qui. C’è tempo fino all’8 ottobre. Per chi completa il tour, gustando i prodotti di tutti e 9 i rifugi, in regalo un grembiule tradizionale dei contadini dell’Alto Adige, l’iconico «blauer Schurz» color blu elettrico, con ricami.

2) Il Festival delle Storie

Nove giorni, una valle tra le montagne, un avvincente appuntamento itinerante: è il Festival delle Storie, dal 22 al 29 agosto, nella valle di Comino, comunità montana in provincia di Frosinone. Perché non è detto che tutte le strade portino a Roma, ci si può fermare un po’ più a Sud, in un Lazio che è uno scrigno di bellezza. Per una settimana, cantastorie, attori, scrittori, narratori, intellettuali, giornalisti e filosofi si sposteranno da un angolo all’altro come se fossero una compagnia girovaga. E non mancheranno escursioni naturalistiche, birdwatching, mountain bike archeologico, soste culinarie nei ristoranti tipici della zona. Tutto intorno, una costellazione di paesini appoggiati sui monti, con rocche, castelli, piazze e vicoli medievali e un orizzonte che si perde nel verde.

3) La luna e i calanchi, il riscatto culturale del paese di Carlo Levi

Poetico e quasi felliniano già a partire dal nome, il festival “La Luna e i calanchi” riunisce ad Aliano, un piccolo centro di mille abitanti in Basilicata, le tensioni artistiche e civili sprigionate in Lucania e nel Mediterraneo. Dal 22 al 25 agosto, fotografi, scrittori, pittori, registi, musicisti verranno a lavorare qui, e lasceranno traccia del loro passaggio nel paese e nelle strade che hanno fatto da sfondo letterario e cinematografico a Cristo si è fermato ad Eboli, romanzo di Carlo Levi e film di Francesco Rosi. Una manifestazione diretta dal poeta e “paesologo” Franco Arminio, che sfugge alla logica del consumo culturale fine a se stesso e che si propone di creare una comunità intellettuale. Tutto intorno, i calanchi tra i più suggestivi d’Europa, rocce sedimentarie e colline di argilla bianca che creano un paesaggio lunare.

4) I Suoni delle Dolomiti, la scena musicale internazionale in quota

Dal 7 luglio al 31 agosto va in scena la 23esima edizione de I Suoni delle Dolomiti, un format ormai di successo che porta in quota la migliore musica classica e jazz, con eleganti incursioni nel pop d’autore. Il pubblico è invitato a prendere posto nei “teatri naturali” del Trentino, sia di giorno che alla luce delle stelle, tra alpeggi, foreste e pareti di roccia che si colorano di rosa all’imbrunire. Tra i protagonisti degli appuntamenti in cartellone spiccano alcuni dei nomi che hanno fatto la storia della musica come Chick Corea e Sarah Jane Morris, giovani talenti come Joey Alexander e musicisti affermati come Nada, Jack Savoretti, i Violoncellisti dei Berliner Philarmoniker, l’Orchestra di Piazza Vittorio, Giuliano Carmignola ed Héctor Ulises Passarella.

5) San Lorenzo in laguna, tra romanticismo e pipistrelli

Un appuntamento piccolo e prezioso, scelto tra gli eventi organizzati nelle oasi della Lipu in occasione di San LorenzoIn fondo chi alza spesso lo sguardo per trovare e censire le specie avicole in pericolo finisce per sviluppare una certa familiarità con lo spettacolo del cielo, anche di notte. Il 10 agosto ci si ritrova in Veneto, nella riserva naturale Ca’ Roman, sito d’Importanza Comunitaria (SIC) nonché Zona di Protezione Speciale. Un habitat incontaminato e arcaico, tutto dune e pinete, raggiungibile in battello. Si parte alle 19.30, per un’escursione con i volontari Lipu: l’occasione per ascoltare e identificare il canto degli uccelli notturni, come il succiacapre e l’assiolo, e perfino gli ultrasuoni emessi dai pipistrelli, udibili con uno speciale strumento. Arrivati alla spiaggia, un gruppo di astrofili racconterà i misteri del cielo notturno e l’origine delle stelle cadenti. Per informazioni: tel. 340 6192175 – oasi.caroman@lipu.it

Condividi su:

Lascia un commento