Vuoi testare la casa del futuro? Questo è il post (e il posto) che fa per te

Sull’arco alpino sono molti i progetti dedicati all’abitare sostenibile. E nell’area mediterranea? Andiamo a Grosseto, dove il Festival di Legambiente apre Casa Ecologica, un modello virtuoso che si potrà esplorare dal 4 al 15 agosto.

Nel parco della Maremma si sta sperimentando un nuovo modello di ristrutturazione virtuosa, autosufficiente sul piano energetico: Casa Ecologica. È un prototipo realizzato all’interno di Abitare mediterraneo , un progetto promosso dall’Università di Firenze e dalla Scuola Sant’Anna di Pisa, con la partecipazione della Regione Toscana.

Su due piani per 70 metri quadri, la Casa Ecologica è una sorta di “manifesto” tridimensionale di ecosostenibilità. L’obiettivo? Ricercare e testare metodologie costruttive e innovative, ecocompatibili e a basso consumo, pensate e realizzate per rispondere alle caratteristiche climatiche tipiche del Mediterraneo.

Se come noi sei curioso, ti consigliamo di andare a vederla di persona, approfittando delle visite guidate organizzate durante Festambiente il festival internazionale di Legambiente organizzato a Rispescia, in provincia di Grosseto, dal 4 al 15 agosto 2017. Per l’occasione  Casa Ecologica ospiterà incontri e presentazioni sul tema dell’abitare sostenibile.

Intanto conosciamo un po’ più da vicino questa struttura. Si tratta del primo esempio di ristrutturazione edilizia mista applicato a un podere tipico toscano: a una parte in muratura, preesistente, è stata aggiunta una struttura interamente in legno. L’abitazione rispetta quindi la tradizione e i materiali tipicamente toscani e, nello stesso tempo, utilizza le tecnologie più innovative in ambito eco-energetico. Come? Con i pannelli fotovoltaici e i pannelli solari termici, una perfetta coibentazione delle pareti, il pavimento radiante. Caratteristiche che rendono la casa calda in inverno e fresca d’estate. E all’interno cosa troviamo? Elettrodomestici di nuova tecnologia, una mostra sugli stili di vita sostenibili e le tecnologie più avanzate.

Ma soprattutto, Casa Ecologica è una sorta di test. Le università coinvolte nel progetto monitoreranno durante l’anno le “reazioni” della casa – materiali e tecnologie – all’alternarsi delle stagioni. Se tutto funzionerà come sperato, a partire da questi dati potranno elaborare una proposta da applicare nel contesto dell’edilizia sostenibile: il progetto diventerà un case history a cui si ispireranno gli architetti green del futuro.

Vorresti anche tu vivere in una casa così speciale?

Condividi su:

Lascia un commento