NON SOLO OLIMPIADI

IN ITALIA È GIÀ PARTITA LA SFIDA “MONDIALE” ALL’INSEGNA DEL GREEN

Venerdì 5 agosto la fiaccola olimpica raggiungerà Rio de Janeiro, e darà il via a tre settimane di competizioni in mondovisione. Grande attenzione sarà riversata sull’universo sportivo internazionale: per questo ci piace ricordare adesso una buona notizia di cui la nostra Italia è stata, è e sarà protagonista.

Stiamo parlando della Carta di Cortina, un progetto ideato in vista dei Mondiali di Sci Alpino 2021, firmato lo scorso gennaio dal Ministero dell’Ambiente, insieme al Comune di Cortina d’Ampezzo, Regione Veneto, ANCI, ANEF, CONI, Cortina 2021, FISI, Fondazione Dolomiti UNESCO e Sprecozero.net e presentato a marzo nella sede del Ministero dell’Ambiente di Roma.

Tanti partner, un solo obiettivo: promuovere in maniera concreta e corale il turismo alpino sostenibile e rafforzare un modello di sviluppo dello sport e del turismo green oriented. Che significa potenziare, step by step, l’efficienza delle risorse come acqua e suolo, diminuire gli sprechi e limitare emissioni di gas serra e costi energetici. Istituzioni, aziende, scuole, operatori turistici, tutti sono mobilitati in questa sfida: una competizione in cui nessuno perde, ma tutti vincono insieme.

Un lavoro che lo stesso ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha definito «serio e prezioso».

La Carta di Cortina costituisce un importante passo avanti nella gestione dei grandi eventi sportivi, in particolare del “sistema neve”, e soprattutto dell’impatto ambientale che deriva dagli impianti di risalita e dagli impianti di innevamento, per poter offrire non solo uno spettacolo attraente ed entusiasmante sul piano atletico e dell’intrattenimento, ma anche vincente sul piano ecologico.

Perché in palio non ci sono solo ori, argenti e bronzi, ma l’integrità e il benessere delle nostre montagne.

www.minambiente.it

Condividi su:

Lascia un commento